lunedì 18 aprile 2011

Un semplice risotto ai carciofi


Mi capita a volte di entrare nel turbine del "cucinare qualcosa di speciale-originale-sensazionale" per stupire con le mie doti culinarie il mio ragazzo o chi si presta a far da cavia alle mie imprese. Poveri sventurati. Eh sì, perché nel migliore dei casi quello che esce dalla mia cucina è "buonino"....non sono portata per queste cose, l'ho capito, e lo sapevo già da tempo, ma a volte ci casco. 


Nel caso odierno, stavo per incappare di nuovo nello stesso errore, volevo fare un risotto coi carciofi strabiliante, con chissà quale ingrediente segreto...per fortuna poi mi sono ridimensionata, ricordandomi che il risotto con i carciofi è già una cosa deliziosa, senza bisogno di chissà ché d'altro. 
Ecco la ricetta, velocissima e semplice, senza troppi rocamboleschi rigiri di ingredienti, e forse proprio per questo davvero squisita.

Risotto ai carciofi

Per 2 persone:
180 g di riso originario
3 carciofi
1 cipolla
olio extravergine
1/2 bicchiere di vino bianco
acqua bollente
pecorino sardo a media stagionatura
pepe bianco 
sale

Pulite e sminuzzate i carciofi, tritate la cipolla e fate appassire il tutto con un po' d'olio [senza esagerare] in una padella a bordi alti per circa 5 minuti. Aggiungete il riso, alzate il fuoco e fatelo rosolare per alcuni istanti, dopodiché spruzzate col vino bianco, fate sfumare, mescolate per bene e coprite il tutto d'acqua bollente. Fate cuocere il riso per circa 15-20 minuti, a fuoco moderato, senza coprire la padella, ogni tanto mescolate e aggiungete un goccio d'acqua. Quasi a fine cottura salate e date un giro di pepe. Spegnete il fuoco quando il riso sarà ancora leggermente al dente, e lasciatelo riposare 5 minuti. Distribuite poi nei piatti, condite con scaglie di pecorino, un pizzico di pepe bianco e un giro d'olio a crudo.



Ed ora, il Carciofo. Cynaria cardunculus, questo è il suo nome scientifico, appartiene alla famiglia delle Asteracee ed è stretto parente di margherita, fiordalisi e girasoli. La parte edule, anche se non sembra, è il fiore della pianta: se lo si lasciasse sbocciare, dalle foglie spinose spunterebbe un capolino fitto fitto di fiorellini azzurri, una vera meraviglia. 
Benché il Carciofo sia una pianta molto benefica alla salute, nei secoli scorsi non è mai stato considerato più di tanto e solo nel 1466 Filippo Strozzi ne iniziò la coltivazione in Toscana.  
Ben al-Talla, un poeta arabo del XI secolo, in un suo canto paragona il fiore del Carciofo, la "alcachofa", ad una "vergine greca nascosta in un velo di spade" rinchiusa in un castello. Ma non solo gli Arabi accolsero il simbolismo femminile di questa pianta: anche Orazio nominò una giovane amante di un suo poema con il nome di questa pianta e la polposità e il gusto delicato del Carciofo sono stati spesso paragonati alla bellezza generosa delle donne un po' in carne. 
Discostandoci dalle curve femminili evocate dal Carciofo, questa pianta è stata utilizzata anche come sininimo di persona "sciocca" e un po' "minchiona".
Infine, è da ricordare che il Carciofo ha un'inifità di proprietà benefiche per stomaco, reni ed intestino, favorendo una buona digestione e una copiosa diuresi.

21 commenti:

  1. Meg ti credo sulla parola e... te lo copio, mi hai fatto venir voglia di risotto!!

    RispondiElimina
  2. Concordo con te, perciò credo che questo risotto sia semplicemente DIVINO e magnificamente presentato :)

    RispondiElimina
  3. Hai proprio ragione, le cose semplici se fatte con ingredienti di qualità sono sempre le migliori. Le nonne la sapevano lunga ^__^

    RispondiElimina
  4. hai ragione, il risotto ai carciofi é gia cosi buono da solo che non c'é bisogno d'ingredienti segreti! Buona settimana, Giorgia & Cyril

    RispondiElimina
  5. L'hai fatto semplicemente buonissimo e la presentazione è bellissima!!!!
    Buona serata

    RispondiElimina
  6. Con la semplicità non si sbaglia mai e questo risotto è DIVINO nella sua semplicità. Un bacione

    RispondiElimina
  7. hai proprio ragione sai i sapori migliori sono i più semplici!!! ottimo questo risotto, baci

    RispondiElimina
  8. il risotto ai carciofi è tra i miei preferiti, bella presentazione!

    RispondiElimina
  9. sai che anch'io l'ho fatto l'altra settimana, e proprio come dici tu, nella semplicità sta la bontà del piatto: troppo particolare il carciofo per svilirlo con altre cose

    RispondiElimina
  10. Semplice ma buonissimo, ciao.

    RispondiElimina
  11. Questo risottino è proprio una delizia...Semplice e saporito di sicuro!!!Piacere di averti conosciuto...Un bacione e ti seguirò con piacere!!!

    RispondiElimina
  12. hai perfettamente ragione, il risotto con i carciofi è buono così come è, semplice, dal sapore delicato! E poi diciamoci la verità: le cose semplici quando ben fatte competono e stracciano anche il piatto più elaborato! Complimenti e buona giornata

    RispondiElimina
  13. Il risotto ai carciofi è buono anche bella la tua presentazione, complimenti ciao

    RispondiElimina
  14. Eh si, hai proprio ragione. I carciofi sono buonissimi e rendono speciale qualunque piatto. Un risotto delizioso...ne sono sicura .
    Un bacione

    RispondiElimina
  15. Mah, dai non ti abbattere, a me a volte piacciono più le ricette semplici che quelle troppo elaborate! E questo risotto, nella sua semplicità è davvero gustoso!!!

    RispondiElimina
  16. Delizioso questo risotto Meg! Per oggi a pranzo sarà nel mio piatto! :D Un bacio cara e buona giornata!!

    RispondiElimina
  17. davvero ottimo e facile da preparare!

    complimenti per i blog!

    RispondiElimina
  18. Ciao Meg ! Anche per me il carciofo è una verdura straordinaria che dà un tocco di grazia ai piatti dove è usato !! Buonissimo il risotto !!! un abbraccione Buona Pasqua !

    RispondiElimina
  19. Mi fa piacere ci siano tante persone che apprezzano la semplicità ^-^ grazie a tutti della visita e a presto!

    RispondiElimina
  20. Alla faccia della semplicità... che magnifica presentazione hai fatto Meg! Sei troppo brava! Complimenti! Passavo anche per per lasciarti i miei più cari e sinceri auguri, per una Pasqua davvero serena e ricca di tante cose belle e di tutte quelle piccole cose che ci circondano ogni giorno e che contano sul serio! ^_^ A presto Any

    RispondiElimina