venerdì 21 gennaio 2011

Narcissus tazzetta


Ecco a voi il Narciso tazzetta (Narcissus tazetta), una splendida Amaryllidacea che inizia a fiorire con le prime giornate soleggiate dell’anno. [Le foto che vedete sono state scattate il 21 Gennaio del 2010]
E’ specie spontanea piuttosto rara, cresce in tutta Italia, soprattutto ai margini di boschi collinari di latifoglie, ed è anche largamente coltivata.


Come potrete ben immaginare, il nome della specie deriva dalla forma del tubo corollino, che ha questa particolare forma molto simile ad una tazzina.
Molti di voi conosceranno il mito di Narciso. Ovidio narra di Narciso, filgio della ninfa Liriope: egli era un giovane bellissimo ed adorato da tutti, a tal punto che egli stesso finì con l’innamorarsi della sua immagine riflessa in uno specchio d’acqua, respingendo e maltrattando ogni altro essere al mondo. Gli dei, non molto contenti di questo suo atteggiamento spocchioso ed altero, decisero di punirlo facendo sì che egli si struggesse per questo “auto-innamoramento” al punto di morire annegato nello specchio d’acqua. Sulle sponde di questo sarebbe nato poi un bellissimo fiore, con una corolla gialla contornata di petali bianchi.


Esiste però anche una versione alternativa a questo mito. Secondo Pausania infatti, Narkissos, personificazione del Silenzio, era caccaitore e portatore della condizione primaria del regno dei morti. Da qui deriverebbe l’antico rito funebre greco di intrecciare fiori di narciso in diademi da porre sulle tombe.


In Cina, invece, il Narciso è simbolo di Felicità, Prosperità e del Sole, attributi un po’ più allegri e vitali di quelli conferitigli da Pausania e Ovidio.


E ora vi lascio ad una ricetta invernale, ottima per il periodo in cui fioriscono questi splendidi Narcisi, la frolla alle noci.

3 commenti:

  1. Ciao Meg, come sempre mi tu porti gioia con bellissime foto! Proprio oggi ho visto che anche nei mie vasi stanno spuntando! Non lo sapevo dell'antica usanza di deporre i narcisi intrecciati sulle tombe. Mio marito mi dice che qui si usava portare le calle, forse questo è più moderno ;) Un abbraccio e buon fine settimana

    RispondiElimina
  2. Ciao Meg ! come mi piace quando parli dei fiori e ci racconti.. !!! Grazie ! anche io ho i narcisi già fuori, alti però 5 cm, Ornella in Grecia l'avrà già più avanti ! Un abbraccione e buona domenica !

    RispondiElimina
  3. Ciao!
    Scusa tantissimo l’effetto “spam”, ma abbiamo pochissimo tempo per avvisare tutti! Dopo il successo della precedente contro l’omofobia, decolla una nuova iniziativa food-bloggers contro l’atteggiamento indegno del Governo nei confronti delle donne. Qui trovi tutte le info. Vieni a leggere, grazie!
    http://merendasinoira.wordpress.com/2011/01/24/entro-il-6-febbraio-liberiamoci-del-maiale/
    http://kemikonti.blogspot.com/2011/01/nuovo-post.html

    RispondiElimina