martedì 23 novembre 2010

Pane di semola integrale

Lo so, la preparazione di questo pane è davvero lunghissima e se non si ha a disposizione tutto il pomeriggio non se ne fa niente. Ma in questo periodo, con il tepore della stufa e l'inverno alle porte strarsene in casa a preparare questo pane fragrante è davvero un lusso. [In realtà, cari miei, è tutta una scusa per non ricordarmi ogni momento che per ora, haimè! sono disoccupoata!]
Comunque, potete farlo tranquillamente nella macchina del pane, ma secondo me non otterrete mai lo stesso risultato ;)


Per 2 pagnotte e una cassetta:
500 g di farina 0 (più quella per la spianatoia)
500 g di semola
500 g di farina integrale
20 g di lievito di birra
200 ml di latte
sale

Setacciate le farine sulla spianatoia, salate abbondantemente e fate la fontana. Fate intiepidire il latte, versatelo nel buco della fontana e scioglietevi all’interno il lievito con un pizzico di zucchero. Iniziate ad impastare aggiungendo man mano acqua ben tiepida fino ad ottenere un impasto soffice e piuttosto asciutto. Impastate per almeno altri 10 minuti, lavorando bene la pasta.


Coprite con dei canovacci tiepidi e lasciate lievitare per 2 ore.
Trascorso il tempo di lievitazione, riprendete l’impasto e lavoratelo per 10 minuti circa. Coprite nuovamente la pasta e fate riposare per altre 2 ore.
Dopo le 2 ore di lievitazione, sgonfiate la pasta con il pugno, date la forma che più vi piace al vostro pane e disponete le pagnotte sulla placca del forno rivestita con carta da forno: infornate a 50°C per mezz’ora circa e alzate la temperatura del forno a 245°C solo quando le forme vi sembreranno ben lievitate e gonfie. Fate cuocere per ¾ d’ora circa a 245°C e una volta sfornate lasciate le pagnotte a raffreddarsi su di una griglia rialzata [io ho usato quella della forno].


Questo tipo di pane è buono anche due giorni dopo la preparazione e se ve ne avanza molto potete farlo a pezzi e metterlo nel congelatore, in modo da averne a disposizione le giuste porzioni ogni volta che volete.


Vai ad Arbutus unedo.

6 commenti:

  1. il profumo arriva fin qui! complimenti!

    RispondiElimina
  2. E' troppo bello fare il pane in casa, con il profumo che si diffonde dappertutto. Con il latte dev'essere anche sofficissimo. Un bacione

    RispondiElimina
  3. Purtroppo per il lavoro è difficile dappertutto, spero che rimarrai disoccupata per molto poco! Intanto deliziaci pure con queste bellissime ricette! Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. E' riuscito una meraviglia! Complimenti!!

    RispondiElimina
  5. semplicemente favoloso!!!!
    ...baci

    RispondiElimina
  6. Grazie mille a tutte dei complimenti!
    @ Ornella: spero di trovare presto qualcosa, ma la situazione qua è davvero difficile, soprattutto in campo ambientale non si trova nulla! Grazie dell'appoggio, a presto!

    RispondiElimina