giovedì 8 aprile 2010

Taraxacum officinale


Il Tarassaco, comunemente detto Dente di Leone, è una pianta erbacea perenne della famiglia delle Asteraceae. E' molto comune in tutto il territorio e lo possiamo incontrare nei prati e nei giardini dalla pianura fino a 2000 m. Fiorisce dall'inizio della primavera fino all'autunno inoltrato. Viene anche chiamato Soffione per i suoi semi che, a maturazione completa, sono provvisti di un'appendice piumosa (il pappo) che al minimo accenno di vento li fa librare nell'aria agevolandone la disseminazione.
La pianta è provvista di un latice bianco dal gusto amaro, ricco di sostanze benefiche alla salute (flavonoidi, triterpeni, vitamine B, C ed E, taraxacina): per questo motivo il Dente di Leone è sempre stato largamente impiegato nella medicina popolare come digestivo, diuretico e depurativo. 
Le sue foglie sono ottime in cucina e vengono aggiunte a minestre, per fare frittate, torte salate e in alcune zone della Liguria sono uno degli ingredienti principali del ripieno dei Pansotti.
Il suo fiore giallo è molto vistoso e sfacciato...per questo lo voglio abbinare a una focaccia dal profumo irresistibile e dal gusto forte e particolare: la Focaccia con le cipolle.

3 commenti:

  1. Meraviglioso il tarassaco, io lo adoro!!
    ciao

    RispondiElimina
  2. Grazie Chabb! e grazie per essere la mia prima sostenitrice!!!

    RispondiElimina
  3. Meg...questo fiore mi sembra quello della pianta commestibile spontanea che qui in Puglia chiamiamo"sivone" (almeno a Trani lo chiamiamo così)....posteresti una foto con le foglie?
    bacibaci

    RispondiElimina